AREA UTENTE
Accedendo all'area utente sarà possibile recuperare i propri documenti
Username
Password
 

Circolare n.11/2012 - La “manovra Monti” (DL 6.12.2011 n. 201 convertito nella L. 22.12.2011 n. 214) - Nuova imposta erariale sugli aeromobili privati

15-02-2012
La “manovra Monti” (DL 6.12.2011 n. 201 convertito nella L. 22.12.2011 n. 214) - Nuova imposta erariale sugli aeromobili privati

CIRCOLARE N.11/2012


INDICE


1 Premessa
2 Ambito oggettivo di applicazione
3 Ambito soggettivo di applicazione
4 Esenzioni
5 Determinazione dell’imposta
5.1 Velivoli
5.2 Elicotteri
5.3 Altri aeromobili
6 Modalità di versamento
6.1 Codici tributo e compilazione del modello F24
6.2 Bonifico a favore del Bilancio dello Stato
7 Termini di versamento
7.1 Disciplina a regime
7.2 Disciplina transitoria
8 Sanzioni


1 PREMESSA

L’art. 16 co. 11 - 15-bis del DL 6.12.2011 n. 201 convertito nella L. 22.12.2011 n. 214, c.d. “manovra Monti”, ha istituito l’imposta erariale sugli aeromobili privati.
Provvedimento attuativo
Le modalità di versamento dell’imposta in esame sono state stabilite con il provv. Agenzia delle Entrate 3.2.2012.
2 AMBITO OGGETTIVO DI APPLICAZIONE
La nuova imposta erariale si applica agli aeromobili privati, di cui all’art. 744 del Codice della navigazione:
• immatricolati nel Registro aeronautico nazionale;
• ovvero non immatricolati nel Registro aeronautico nazionale, la cui sosta nel territorio italiano si protrae oltre 48 ore.
3 AMBITO SOGGETTIVO DI APPLICAZIONE
In relazione ai suddetti aeromobili, l’imposta è dovuta da coloro che, sulla base dei pubblici registri, risultano essere:
• proprietari;
• ovvero usufruttuari;
• ovvero acquirenti con patto di riservato dominio;
• ovvero utilizzatori a titolo di locazione finanziaria.
4 ESENZIONI
Sono esentati dall’imposta in esame:
• gli aeromobili di Stato e quelli ad essi equiparati;
• gli aeromobili di proprietà o in esercenza dei licenziatari dei servizi di linea e non di linea, nonché del lavoro aereo, secondo quanto stabilito dal Codice della navigazione;
• gli aeromobili di proprietà o in esercenza delle Organizzazioni Registrate (OR), delle scuole di addestramento FTO (Flight Training Organisation) e dei Centri di Addestramento per le Abilitazioni (TRTO - Type Rating Training Organisation);
• gli aeromobili di proprietà o in esercenza dell’Aero Club d’Italia, degli Aero Club locali e dell’Associazione nazionale paracadutisti d’Italia;
• gli aeromobili immatricolati a nome dei costruttori e in attesa di vendita;
• gli aeromobili esclusivamente destinati all’elisoccorso o all’aviosoccorso.
5 DETERMINAZIONE DELL’IMPOSTA
L’imposta erariale sugli aeromobili privati è dovuta:
• in misura annuale;
• con importi differenziati a seconda che si tratti di velivoli, elicotteri, alianti, motoalianti, autogiri e aerostati.
5.1 VELIVOLI
In relazione ai velivoli, l’imposta è dovuta nelle seguenti misure annuali, in relazione al peso massimo al decollo:
• fino a 1.000 kg  1,50 euro al kg;
• fino a 2.000 kg  2,45 euro al kg;
• fino a 4.000 kg  4,25 euro al kg;
• fino a 6.000 kg  5,75 euro al kg;
• fino a 8.000 kg  6,65 euro al kg;
• fino a 10.000 kg  7,10 euro al kg;
• oltre 10.000 kg  7,55 euro al kg.
5.2 ELICOTTERI
In relazione agli elicotteri, l’imposta dovuta è pari al doppio di quella stabilita per i velivoli di corrispondente peso.
5.3 ALTRI AEROMOBILI
In relazione agli alianti, ai motoalianti, agli autogiri e agli aerostati, l’imposta è dovuta nella misura fissa annuale di 450,00 euro.
6 MODALITÀ DI VERSAMENTO
L’imposta erariale sugli aeromobili privati deve essere versata utilizzando:
• il modello di pagamento “F24 Versamenti con elementi identificativi”;
• i codici tributo istituiti dalla ris. Agenzia delle Entrate 3.2.2012 n. 11.
6.1 CODICI TRIBUTO E COMPILAZIONE DEL MODELLO F24
I codici tributo da utilizzare nel modello “F24 Versamenti con elementi identificativi” sono i seguenti:
• “3368”, per l’imposta;
• “8935”, per la sanzione;
• “1930”, per gli interessi.

Nel suddetto modello F24 devono essere indicati:
• nella sezione “Contribuente”, i dati anagrafici e il codice fiscale del soggetto versante;
• nella sezione “Erario ed altro”, in corrispondenza degli “importi a debito versati”:
– nel campo “tipo”, la lettera “R”;
– nel campo “elementi identificativi”, le marche di nazionalità e di immatricolazione, identificative dell’aeromobile;
– nel campo “codice”, il codice tributo;
– nel campo “anno di riferimento”, l’anno cui si riferisce il versamento, nel formato “AAAA”.
6.2 BONIFICO A FAVORE DEL BILANCIO DELLO STATO
I soggetti che sono impossibilitati ad utilizzare il suddetto modello F24 eseguono il versamento mediante un bonifico in euro a favore del Bilancio dello Stato, Capo 8, Capitolo 1223, indicando:
• il codice BIC “BITAITRRENT”;
• nella causale del bonifico: le generalità del soggetto passivo tenuto al versamento dell’imposta, i dati identificativi dell’aeromobile (marche di nazionalità e di immatricolazione), il codice tributo e il periodo di riferimento;
• il seguente codice IBAN: IT 35 Z010 0003 2453 4800 8122 300.
7 TERMINI DI VERSAMENTO
7.1 DISCIPLINA A REGIME
L’imposta erariale sugli aeromobili privati deve essere corrisposta:
• all’atto della richiesta di rilascio o di rinnovo del certificato di revisione dell’aeronavigabilità;
• in relazione all’intero periodo di validità del certificato stesso.
Nel caso in cui il certificato abbia validità inferiore ad un anno, l’imposta è dovuta nella misura di un dodicesimo dei previsti importi annuali, per ciascun mese di validità.
7.2 DISCIPLINA TRANSITORIA
In via transitoria, entro il 5.3.2012 deve essere versata l’imposta relativa agli aeromobili:
• con certificato di revisione dell’aeronavigabilità in corso di validità al 6.12.2011 (data di entrata in vigore del DL 201/2011); l’imposta è dovuta, per dodicesimi, dal mese di dicembre 2011 sino al mese in cui scade la validità del predetto certificato;
• per i quali il rilascio o il rinnovo del certificato di revisione dell’aeronavigabilità è avvenuto nel periodo compreso fra il 6.12.2011 e il 31.1.2012.
8 SANZIONI
In caso di omesso o insufficiente pagamento dell’imposta erariale sugli aeromobili privati si applicano le ordinarie disposizioni sanzionatorie previste per le imposte dirette, compresa la possibilità di effettuare il ravvedimento operoso.

Torna

 

 
     
Studio Zaglio - P.IVA: 00453250201