AREA UTENTE
Accedendo all'area utente sarà possibile recuperare i propri documenti
Username
Password
 

Circolare n.20/2013 - Modelli 730/2013 - Proroga dei termini di presentazione ad un professionista o ad un CAF e di trasmissione telematica

02-10-2013
Modelli 730/2013 - Proroga dei termini di presentazione ad un professionista o ad un CAF e di trasmissione telematica


INDICE

CIRCOLARE N.20/2013


1 Premessa
2 Motivazione delle proroghe
3 Presentazione dei modelli 730/2013 al CAF o al professionista
4 Consegna al contribuente della copia del modello 730/2013 elaborato
5 Trasmissione telematica dei modelli 730/2013 da parte dei CAF e dei professionisti
6 Ricezione telematica da parte dei sostituti d’imposta dei modelli 730-4 inviati dall’Agenzia delle Entrate
7 Trasmissione telematica dei modelli 730/2013 elaborati dai sostituti d’imposta che
prestano assistenza fiscale
7.1 Consegna dei modelli 730-1
7.2 Trasmissione telematica da parte di un intermediario abilitato

1 PREMESSA
Con il DPCM 29.5.2013 sono state prorogate alcune scadenze relative ai modelli 730/2013.
Si tratta, nello specifico, dei termini di:
• presentazione dei modelli 730/2013 ad un CAF-dipendenti o ad un professionista abilitato allo svolgimento dell’attività di assistenza fiscale;
• consegna al contribuente, da parte del CAF o del professionista, della copia del modello 730/2013 elaborato;
• trasmissione telematica dei modelli 730/2013 all’Agenzia delle Entrate, da parte dei CAF-dipendenti e dei professionisti abilitati.

Restano invece fermi i termini relativi alla trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate dei modelli 730/2013 elaborati dai sostituti d’imposta che prestano assistenza fiscale diretta.
2 MOTIVAZIONE DELLE PROROGHE
Le proroghe in esame si sono rese necessarie in considerazione:
• delle nuove modalità telematiche adottate dall’INPS per il rilascio dei modelli CUD 2013;
• degli effetti derivanti dall’entrata in vigore del DL 21.5.2013 n. 54, con il quale è stato sospeso il pagamento della prima rata dell’IMU dovuta per il 2013 per alcune tipologie di immobili (abitazioni principali, salvo quelle di maggior pregio iscritte nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, fabbricati rurali e terreni agricoli), mettendo in difficoltà chi aveva già presentato il modello 730/2013 optando per l’utilizzo dei crediti derivanti dalla dichiarazione, in tutto o in parte, mediante compensazione con l’IMU dovuta per il 2013, indicandoli nel modello F24; tale opzione, infatti, impedisce il rimborso dei crediti da parte del sostituto d’imposta (datore di lavoro o ente previdenziale) e potrebbe quindi essere necessario riconsiderare la scelta effettuata, modificando il modello 730 già presentato.
3 PRESENTAZIONE DEI MODELLI 730/2013 AL CAF O AL PROFESSIONISTA
I modelli 730/2013 possono essere presentati ad un CAF-dipendenti, o ad un professionista abilitato a prestare assistenza fiscale (soggetto iscritto nell’Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili o dei consulenti del lavoro), entro il 10.6.2013 (prima 31.5.2013).

Se il modello 730/2013 viene presentato ad un CAF-dipendenti o ad un professionista abilitato, il contribuente può:
• richiedere assistenza per la compilazione della dichiarazione;
• oppure presentare la dichiarazione già compilata.

In ogni caso, il contribuente che presenta il modello 730/2013 ad un CAF-dipendenti o ad un professionista abilitato, anche se già compilato, deve allegare la documentazione di supporto (es. i modelli CUD e le altre certificazioni dei sostituti d’imposta, le ricevute e le fatture attestanti gli oneri deducibili o detraibili sostenuti, ecc.), in quanto, sulla base di tale documentazione, il responsabile dell’assistenza fiscale del CAF o il professionista è obbli¬gato a rilasciare sulla dichiarazione il visto di conformità.
4 CONSEGNA AL CONTRIBUENTE DELLA COPIA DEL MODELLO 730/2013 ELABORATO
Il CAF-dipendenti o il professionista abilitato che presta l’assistenza fiscale deve consegnare al contribuente la copia del modello 730/2013 elaborato entro il 24.6.2013 (prima 15.6.2013).
Sostituto d’imposta che presta assistenza fiscale diretta
Per effetto della proroga disposta dal DPCM 26.4.2013, si ricorda che il sostituto d’imposta che presta assistenza fiscale diretta deve consegnare al contribuente la copia del modello 730/2013 elaborato entro il 14.6.2013 (prima 31.5.2013).
5 TRASMISSIONE TELEMATICA DEI MODELLI 730/2013 DA PARTE DEI CAF E DEI PRO¬FES¬SIONISTI
Entro l’8.7.2013 (prima 1.7.2013, in quanto il 30.6.2013 cade di domenica), i CAF-dipendenti e i professionisti abilitati che presta¬no assi¬stenza fiscale devono trasmettere in via telematica all’Agenzia delle Entrate:
• i modelli 730/2013 elaborati;
• le schede relative alla destinazione dell’otto e del cinque per mille dell’IRPEF (modelli 730-1);
• i prospetti di liquidazione della dichiarazione (modelli 730-3);
• la comunicazione dei risultati contabili dei modelli 730/2013 elaborati (modelli 730-4), ai fini dell’effettuazione dei conguagli in capo al contribuente, che la stessa Agenzia provvederà poi a trasmettere, sempre in via telematica, ai sostituti d’imposta.
6 RICEZIONE TELEMATICA DA PARTE DEI SOSTITUTI D’IMPOSTA DEI MODELLI 730-4 INVIATI DALL’AGENZIA DELLE ENTRATE
Si ricorda che tutti i sostituti d’imposta (esclusi l’INPS e quelli che si avvalgono del Service Personale Tesoro del Ministero dell’Economia e delle Finanze) sono tenuti a ricevere i modelli 730-4 in via telematica dall’Agenzia delle Entrate (e non più dai CAF o dai professionisti).

A tali fini, i sostituti d’imposta dovevano effettuare l’apposita comunicazione della “sede telematica” (propria, di un intermediario abilitato o di una società del gruppo), ai sensi del provv. Agenzia delle Entrate 22.2.2013:
• entro il 2.4.2013 (in quanto il 31 marzo e il 1° aprile erano festivi);
• ad esclusione dei soggetti che nel 2011 e nel 2012 avevano già ricevuto i modelli 730-4 in via telematica dall’Agenzia delle Entrate e che non dovevano comunicare variazioni dei dati già forniti.
7 TRASMISSIONE TELEMATICA DEI MODELLI 730/2013 ELABORATI DAI SOSTITUTI D’IMPOSTA CHE PRESTANO ASSISTENZA FISCALE
Nulla cambia, invece, in relazione alla trasmissione telematica dei modelli 730/2013 da parte dei sostituti d’imposta che prestano assistenza fiscale diretta, per i quali rimane ferma la scadenza dell’1.7.2013 (in quanto il 30.6.2013 cade di domenica).
7.1 CONSEGNA DEI MODELLI 730-1
Entro la suddetta data dell’1.7.2013, il sostituto d’imposta che trasmette telematicamente i modelli 730/2013 deve comunque consegnare ad un intermediario abilitato o ad un ufficio postale le buste con le schede per la destinazione dell’otto e del cinque per mille dell’IRPEF (modelli 730-1).
Per motivi di riservatezza, infatti, il sostituto d’imposta non può mai aprire tali buste per inviare telematicamente i relativi dati, ma deve sempre rivolgersi ad un soggetto esterno.
7.2 TRASMISSIONE TELEMATICA DA PARTE DI UN INTERMEDIARIO ABILITATO
La suddetta scadenza dell’1.7.2013 rimane ferma anche qualora il sostituto d’imposta incarichi un intermediario abilitato di effettuare la trasmissione telematica:
• sia dei modelli 730/2013 elaborati;
• sia delle buste con le schede per la destinazione dell’otto e del cinque per mille dell’IRPEF (modelli 730-1).
Torna

 

 
     
Studio Zaglio - P.IVA: 00453250201