AREA UTENTE
Accedendo all'area utente sarà possibile recuperare i propri documenti
Username
Password
 

Circolare n.6/2020 - NOVITA'

31-07-2020
  CIRCOLARE N. 6 DEL 31/07/2020

 

CREDITI D’IMPOSTA PER BOTTEGHE E NEGOZI E CANONI DI LOCAZIONE

(Comunicato Ag.Entrate 1.07.2020)

 L'Agenzia delle Entrate ha approvato il modello che i beneficiari del credito d'imposta per botteghe e negozi (introdotto da D.L. Cura Italia) e di quello per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d'azienda (previsto dal D.L. Rilancio) dovranno utilizzare per comunicare, a partire dal 13.07 e fino al 31.12.2021, l'opzione della cessione del credito. Il modello andrà inviato tramite un'apposita funzionalità nell'area autenticata del sito dell'Agenzia delle Entrate. Affinché i crediti possano essere utilizzati in compensazione, è necessario che il cessionario proceda all'accettazione dei crediti medesimi, tramite l'apposita “Piattaforma cessione crediti” disponibile nell'area riservata del sito internet dell'Agenzia delle Entrate. Per consentire ai cessionari di utilizzare in compensazione i crediti d'imposta ricevuti, tramite modello F24, sono istituiti i seguenti codici tributo: “6930” denominato “Botteghe e negozi - Utilizzo in compensazione del credito da parte del cessionario - art. 122 del D.L. n. 34 del 2020”; “6931” denominato “Canoni di locazione immobili non abitativi e affitto di azienda - utilizzo in compensazione del credito da parte del cessionario - art. 122 del D.L. n. 34 del 2020”.

 

RINEGOZIAZIONE CANONE DI LOCAZIONE E MODELLO RLI

(Comunicato Ag.Entrate 3.07.2020)

 La rinegoziazione del contratto di locazione, sia in caso di diminuzione che di aumento del canone, può essere comunicata all'Agenzia delle Entrate direttamente via web con il Modello RLI. La nuova versione del modello è già disponibile sul sito dell'Agenzia. Resta ferma la modalità di presentazione “agile” prevista per la richiesta di servizi essenziali in via semplificata, mediante Pec o e-mail. Per agevolare i contribuenti e gli operatori nel cambiamento delle procedure, assicurando il corretto e tempestivo assolvimento degli adempimenti tributari, è stato previsto un periodo transitorio, fino al 31.08.2020, durante il quale gli utenti possono scegliere se comunicare la rinegoziazione del canone con il modello RLI ovvero tramite il modello 69. Dal 1.09.2020, invece, per comunicare la rinegoziazione del canone dovrà essere utilizzato esclusivamente il modello RLI.

 

BONUS VACANZE

(Circ. Ag.Entrate 30.07.2020 n.18/E)

 Il credito d'imposta vacanze è utilizzabile per il pagamento di servizi offerti in ambito nazionale da parte di imprese turistiche e ricettive, nonché di bed &breakfast dal 1.07 al 31.12.2020. L'agevolazione spetta esclusivamente in relazione a soggiorni in relazione ai quali almeno un giorno ricada in questo periodo di riferimento. Per richiedere il bonus vacanze il cittadino deve installare ed effettuare l'accesso a IO, l'app dei servizi pubblici, resa disponibile da PagoPA S.p.A. L'Agenzia delle Entrate ha chiarito che il bonus vacanze può includere anche i costi di servizi accessori, come quelli balneari, a condizione che siano indicati nella fattura emessa dall'unico fornitore scelto per trascorrere le vacanze.

 

DETRAZIONE PER ACQUISTO CASE ANTISISMICHE E ASSEVERAZIONE

(Ris. Ag.Entrate 3.07.2020 n.38/E)

 Il sismabonus spetta agli acquirenti delle unità immobiliari ubicate nelle zone sismiche 2 e 3, oggetto di interventi le cui procedure autorizzatorie sono iniziate dopo il 1.01.2017 ma prima del 1.05.2019, anche se l'asseverazione di cui all'art. 3 del D.M. n. 58/2017 non è stata presentata contestualmente alla richiesta del titolo abilitativo. Nel caso di specie, tuttavia, ai fini della detrazione è necessario che la predetta asseverazione sia presentata dall'impresa entro la data di stipula del rogito dell'immobile oggetto degli interventi di riduzione del rischio sismico.

 

ONERI DEDUCIBILI E DETRAIBILI E CREDITI D’IMPOSTA IN DICHIARAZIONE

(Circ. Ag.Entrate 8.07.2020 n.19/E)

 L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato la circolare che rappresenta una sorta di guida alla dichiarazione dei redditi delle persone fisiche costituendo una trattazione sistematica delle disposizioni riguardanti ritenute, oneri detraibili, deducibili e crediti di imposta, anche sotto il profilo degli obblighi di produzione documentale da parte del contribuente al CAF o al professionista abilitato e di conservazione da parte di questi ultimi per la successiva produzione all'Amministrazione Finanziaria. La circolare contiene, inoltre, l'elencazione della documentazione, comprese le dichiarazioni sostitutive, che i contribuenti devono esibire e che il CAF o il professionista abilitato deve verificare al fine dell'apposizione del visto di conformità e conservare. Coerentemente, in sede di controllo documentale potranno essere richiesti soltanto i documenti indicati nella circolare, salvo il verificarsi di fattispecie non previste. Rimane fermo il potere di controllo dell'Agenzia nei confronti del contribuente in merito alla verifica della sussistenza dei requisiti soggettivi per fruire delle diverse agevolazioni fiscali, nonché il controllo sulle dichiarazioni sostitutive presentate dal contribuente.

 

CREDITI D’IMPOSTA SPESE SANIFICAZIONE E DPI

(Provv. Ag.Entrate 10.07.2020 – Circ. Ag. Entrate 10.07.2020 n.20/E)

 Sono disponibili i modelli e le istruzioni per usufruire dei crediti d'imposta introdotti dal D.L. Rilancio per le spese di sanificazione e acquisto dei dispositivi di protezione individuale, e per le spese di adeguamento degli ambienti di lavoro. In particolare, è previsto un modello per comunicare l'ammontare delle spese ammissibili, che dovrà essere inviato esclusivamente con l'apposito servizio web presente nell'area riservata del sito internet dell'Agenzia delle Entrate o tramite i canali telematici dell'Agenzia e riceverà risposta entro 5 giorni. Risultano ammissibili al beneficio anche le spese di sanificazione degli ambienti collegate alle attività svolte in economia dal soggetto beneficiario, avvalendosi di propri dipendenti o collaboratori.

 

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

(Circ. Ag.Entrate 21.07.20 n.22/E)

 Nelle ipotesi in cui il fatturato risulti pari a zero sia in aprile 2019 sia in aprile 2020, anche in quanto si sia in presenza di attività a carattere stagionale, non si può considerare soddisfatto il requisito del calo del fatturato. Pertanto, tali soggetti non sono inclusi tra coloro che possono fruire del contributo a fondo perduto. Resta ferma anche per tali soggetti l'inclusione nell'ambito soggettivo del contributo qualora abbiano iniziato l'attività a partire dal 1.01.2019, nonché ai soggetti che, a far data dall'insorgenza dell'evento calamitoso, hanno il domicilio fiscale o la sede operativa nel territorio di comuni colpiti dai predetti eventi i cui stati di emergenza erano ancora in atto alla data di dichiarazione dello stato di emergenza Covid-19. Gli agenti e rappresentati di commercio che producono reddito d'impresa, che contestualmente risultano iscritti presso la Gestione commercianti dell'INPS e la Fondazione Enasarco, possono comunque fruire del contributo a fondo perduto COVID-19 (fermo restando il rispetto degli ulteriori requisiti previsti) in relazione alle attività ammesse al contributo stesso.

 

SUPERBONUS 110%

(Guida Ag.Entrate superbonus)

 Il Decreto Rilancio ha incrementato al 110% l'aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1.07.2020 al 31.12.2021, a fronte di specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi di riduzione del rischio sismico, di installazione di impianti fotovoltaici nonché delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici (cd. Superbonus). Le nuove disposizioni che consentono di fruire di una detrazione del 110% si aggiungono a quelle già vigenti che disciplinano le detrazioni dal 50 all'85% delle spese spettanti per gli interventi di: recupero del patrimonio edilizio, in base all'art. 16-bis del Tuir inclusi quelli di riduzione del rischio sismico (cd. sismabonus) attualmente disciplinato dall'articolo 16 del D.L. 63/2013; riqualificazione energetica degli edifici (cd. ecobonus).

 

PLUSVALENZE DA CESSIONE DI FABBRICATI DA DEMOLIRE

(Circ. Ag.Entrate 29.07.2020 n.23/E)

 Secondo l'interpretazione dei giudici di legittimità, se su un'area insiste un qualsivoglia fabbricato, la stessa area deve dirsi già edificata e non può essere ricondotta alla previsione di area «suscettibile di utilizzazione edificatoria» di cui all'art. 67 del Tuir, atteso che la potenzialità edificatoria si è già consumata. I principi espressi dalla Corte di Cassazione sono stati resi nell'ambito di contenziosi vertenti su diverse fattispecie, tra cui anche l'ipotesi della cessione di fabbricati ricadenti in un piano di recupero. In considerazione dell'indirizzo assunto dalla giurisprudenza di legittimità, da ritenersi consolidato, e tenuto conto dei pareri con cui l'Avvocatura generale dello Stato ha ritenuto non opportuna la prosecuzione in Cassazione dei giudizi in materia, devono considerarsi superate le indicazioni contenute nella risoluzione Agenzia Entrate n. 395/E/2008 e, più in generale, non ulteriormente sostenibili le pretese dell'Amministrazione in contrasto con i principi espressi dalla predetta giurisprudenza.

 

NOMINA ORGANO DI CONTROLLO NELLE SRL

(Art.51 bis D.L. 19/05/2020 n.34)

 La legge di conversione del D.L. 34/2020 prevede che il termine previsto per la nomina dell'organo di controllo o del revisore nelle Srl e nelle cooperative che superano i nuovi limiti dell'art. 2477 c.c. scade con l'approvazione del bilancio relativo all'esercizio 2021.

 

PROROGA SPLIT PAYMENT

(Comunicato Mef 03.07.2020 n.158)

 Il 22.06.2020 la Commissione Europea ha adottato la proposta del Consiglio che estende, fino al 30.06.2023, l'autorizzazione concessa all'Italia per l'applicazione dello split payment alle operazioni effettuate nei confronti di pubbliche amministrazioni e altri enti e società come misura speciale di deroga a quanto previsto dalla direttiva 2006/112/CE in materia di Iva.

 

PROROGA MORATORIE PER SOSTEGNO IMPRESE IN DIFFICOLTA’

(Comunicato ABI 26.06.2020)

 L'ABI ha diffuso agli associati una circolare in cui si comunica che è stata prorogata dal 30.06 al 30.09 la possibilità di usufruire delle moratorie che il settore bancario ha attivato per sostenere la clientela in difficoltà a causa dell'emergenza Covid-19. La decisione, assunta dall'ABI d'intesa con le diverse parti firmatarie, riguarda tutti gli accordi sottoscritti in materia da ABI con le associazioni di rappresentanza dei consumatori, delle imprese e degli enti locali.

 

PROROGA STATO DI EMERGENZA

(Comunicato Stampa CDM 30.07.2020)

 Il Consiglio dei Ministri ha deliberato la proroga, fino al 15.10.2020, dello stato d'emergenza dichiarato lo scorso 31.01 in conseguenza della dichiarazione di “emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale” da parte della Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

 

AGEVOLAZIONE MARCHI E BREVETTI

(Comunicato Min. Svil. Econ. 29.07.2020)

 A partire dai mesi di settembre e ottobre saranno riaperti per le PMI i termini di presentazione delle domande per richiedere i contributi agevolativi previsti dai bandi Marchi+3, Disegni+4 e Brevetti+, per i quali sono stati stanziati ulteriori 43 milioni di euro.

 

CONGEDO PARENTALE COVID

(Mess. Inps 21.07.2020 n.2902)

 La legge 77/2020, di conversione del D.L. 34/2020, ha esteso il periodo di fruizione del congedo parentale Covid-19 fino al 31.08.2020, sempre per un massimo di 30 giorni. A partire dal 19.07.2020 il congedo parentale può essere utilizzato anche in modalità oraria. E' stata aggiornata l'applicazione per presentare la domanda di congedo Covid-19 in modalità giornaliera, per consentire la richiesta di periodi dal 19 luglio al 31 agosto.

 

PROROGA DURC ONLINE

(Mess. Inps 30.07.2020. n. 2998)

 La L. 77/2020, di conversione del D.L. 34/2020, ha disposto la soppressione del c. 1 dell'art. 81 del medesimo decreto-legge, con effetto dal 19.07.2020. L'Inps precisa che ciò comporta che i Durc On Line con scadenza tra il 31.01.2020 e il 31.07.2020 conservano la loro validità per i 90 giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza. Tenuto conto che lo stato di emergenza è stato dichiarato con scadenza al 31.07.2020, la validità dei Durc On Line che riportano nel campo una data compresa tra il 31.01.2020 e il 31.07.2020 risulta estesa fino al 29.10.2020. La precisazione Inps non tiene conto della proroga dello stato di emergenza al 15.10.2020.

 
Torna

 

 
     
Studio Zaglio - P.IVA: 00453250201