AREA UTENTE
Accedendo all'area utente sarà possibile recuperare i propri documenti
Username
Password
 

CIRCOLARE N.5/2021 - CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO

18-05-2021
Circolare n. 5 del 12/05/2021



Gentile Cliente , con la presente comunico l’imminente prossima apertura (17-05-21) dei nuovi bandi regionali  "Voucher digitale " e "E-commerce".

Questi bandi permettono di finanziare investimenti di tipo digitale,  progetti hardware , software e lo sviluppo e il consolidamento dell' e-commerce.



Ove ci sia interesse da Parte Vostra,  in termini di realizzazione del progetto e gestione della documentazione relativa al bando, potrete contattarci per eventuali ulteriori chiarimenti e per la presentazione della pratica.

Cordiali saluti.



CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO

BANDO VOUCHER DIGITALE I.40

Regione Lombardia - Unioncamere Lombardia (17.05.2021 - 18.06.2021)

Regione Lombardia e le Camere di commercio della Lombardia, nell'ambito delle attività previste dal Piano Transizione 4.0, finanziano progetti di adozione e introduzione in azienda di tecnologie digitali 4.0, intese come soluzioni, applicazioni, prodotti/servizi innovativi 4.0 con l'obiettivo di rispondere ai bisogni di innovazione delle MPMI lombarde tramite la digitalizzazione di processi, prodotti e servizi offerti.



















SOGGETTI BENEFICIARI Possono presentare domanda di partecipazione le imprese che siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere micro, piccola impresa

  • avere la sede iscritta e attiva al Registro Imprese delle Camere di commercio della Lombardia al momento dell'erogazione del contributo

  • non avere ricevuto finanziamenti a fondo perduto su bandi regionali o camerali per le medesime spese

  • essere in regola con il pagamento del diritto camerale annuale

  • non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsias situazione equivalente

  • non essersi trovati in difficoltà

  • avere legali rappresentanti, amministratori, soci e tutti i soggetti indicati dalla normativa vigente, per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dal Codice delle leggi antimafia

  • essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori (DURC regolare)

  • non avere forniture in essere con la Camera di commercio di pertinenza


AGEVOLAZIONE L'agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto a parziale copertura delle spese sostenute, con due diverse tipologie di intervento in funzione della dimensione del progetto proposto: "micro" o "piccolo-medio".





















tipologia intervento investimento minimo intensità del contributo importo contributo massimo
micro 4.000,00 70% delle spese ammissibili 5.000,00
piccolo-medio 10.000,00 50% delle spese ammissibili 15.000,00

Le microimprese (fino a 10 dipendenti e fino a 2 milioni di euro di fatturato/totale di bilancio annuo) possono accedere all'intervento "micro" oppure all'intervento "piccolo-medio".

Le piccole e medie imprese (da 11 a 250 addetti e fino 50 milioni di euro di fatturato/totale di bilancio annuo) possono accedere solo all'intervento "piccolo-medio"
INTERVENTI AGEVOLABILI

E SPESE AMMISSIBILI
Sono ammissibili esclusivamente spese relative ad una o più tecnologie 4.0 tra quelle previste dal Bando.



In particolare sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

  • CONSULENZA erogata direttamente da uno o più fornitori qualificati

  • FORMAZIONE erogata direttamente da uno o più fornitori qualificati o tramite soggetto individuato dal fornitore qualificato, riguardante una o più tecnologie 4.0 tra quelle previste previste dagli interventi agevolabili

  • investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto


Tutte le spese ammissibili devono essere sostenute e quietanziate a partire dal 26.04.2021 ed entro la data massima del 31.12.2021.
PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA Le domande di partecipazione devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, dalle ore 14:00 del 17.05.2021 alle ore 12:00 del 18.06.2021.

 

BANDO E-COMMERCE 2021



Unioncamere Lombardia - Regione Lombardia (19.05.2021 - 22.06.2021)

Considerato il contesto emergenziale dovuto alla crisi epidemiologica in cui i canali digitali si stanno definitivamente affermando come principale strumento per garantire la continuità e la ripresa per le vendite, Regione Lombardia e le Camere di commercio sostengono le MPMI che intendano sviluppare e consolidare la propria posizione sul mercato nazionale e/o internazionale tramite l'utilizzo dello strumento dell'e-commerce, incentivando l'accesso a piattaforme crossborder (B2B e/o B2C) e i sistemi e-commerce proprietari (siti e/o app mobile).

Le soluzioni proposte dovranno inoltre prevedere una o più finalità: digitale come integrazione del negozio fisico, sviluppo di nuove soluzioni logistiche, approccio omnicanale, Social e-commerce, adeguamento agli smartphone.



















SOGGETTI BENEFICIARI Possono presentare domanda di partecipazione le imprese che siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere micro, piccola impresa

  • avere la sede iscritta e attiva al Registro Imprese delle Camere di commercio della Lombardia al momento dell'erogazione del contributo

  • non avere ricevuto finanziamenti a fondo perduto su bandi regionali o camerali per le medesime spese

  • essere in regola con il pagamento del diritto camerale annuale

  • non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsias situazione equivalente

  • non essersi trovati in difficoltà

  • avere legali rappresentanti, amministratori, soci e tutti i soggetti indicati dalla normativa vigente, per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dal Codice delle leggi antimafia

  • essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori (DURC regolare)

  • non avere forniture in essere con la Camera di commercio di pertinenza


AGEVOLAZIONE L'agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto a parziale copertura delle spese sostenute, con due diverse tipologie di intervento in funzione della dimensione del progetto proposto: "micro" o "piccolo-medio".





















tipologia intervento investimento minimo intensità del contributo importo contributo massimo
micro 4.000,00 70% delle spese ammissibili 5.000,00
piccolo-medio 10.000,00 50% delle spese ammissibili 15.000,00

Le microimprese (fino a 10 dipendenti e fino a 2 milioni di euro di fatturato/totale di bilancio annuo) possono accedere all'intervento "micro" oppure all'intervento "piccolo-medio".

Le piccole e medie imprese (da 11 a 250 addetti e fino 50 milioni di euro di fatturato/totale di bilancio annuo) possono accedere solo all'intervento "piccolo-medio"
INTERVENTI AGEVOLABILI

E SPESE AMMISSIBILI
Al momento della presentazione della domanda, le imprese interessate dovranno avere già individuato il portafoglio prodotti da proporre sul canale di vendita online, i mercati di destinazione, domestico e/o internazionale, e uno o più canali specializzati di vendita online, selezionati in coerenza con gli obiettivi di prodotto e del mercato di destinazione.

Le aziende potranno presentare progetti relativi all'apertura e/o al consolidamento di un canale commerciale per la vendita dei propri prodotti tramite l'accesso a servizi specializzati per la vendita online B2B e/o B2C:

  • forniti da terze parti, che siano retailer, marketplace, servizi di vendita privata e/o social e-commerce a condizione che la transizione commerciale avvenga tra l’azienda e l’acquirente finale

  • realizzati all’interno del portale aziendale proprietario (in tal caso sarà obbligatorio tradurre il sito in almeno una lingua straniera).


Sono ammesse al contributo le seguenti voci di spesa:


  • accesso ai servizi di vendita online sui canali prescelti

  • consulenza per la verifica e analisi del posizionamento online, studio di mercato e valutazione dei competitor

  • analisi di fattibilità del progetto, con particolare riferimento alle esigenze di adeguamento amministrativo, organizzativo, formativo, logistico, di acquisizione di strumenti e servizi

  • realizzazione di una strategia di comunicazione, informazione e promozione per il canale digitale, con specifico riferimento al portafoglio prodotti, ai mercati di destinazione, domestico e/o internazionale, e ai siti di vendita online prescelti

  • organizzazione di interventi specifici di formazione del personale

  • acquisizione ed utilizzo di forme di smart payment

  • progettazione, sviluppo e/o manutenzione di sistemi e-commerce proprietari, anche per quanto riguarda la sincronizzazione con canali marketplace forniti da soggetti terzi e la traduzione del sito in almeno una lingua straniera

  • acquisto di macchinari, attrezzature e hardware necessari alla realizzazione del progetto e finalizzati agli investimenti ammissibili

  • acquisto di software, licenze software e spese per canoni e utenze relativi a servizi finalizzati agli investimenti ammissibili

  • progettazione, sviluppo e/o manutenzione di showroom digitali che si possono integrare con piattaforme e-commerce e che migliorano le performance di vendita e di customer care attraverso l'utilizzo di tecnologie immersive

  • progettazione, sviluppo e/o manutenzione di piattaforme di AR Business commerce

  • predisposizione alla creazione di offerte digitali personalizzate sul cliente tramite Intelligenza Artificiale e Machine Learning

  • sostegno al posizionamento dell'offerta sui canali commerciali digitali prescelti verso mercati selezionati, domestico e/o internazionale

  • automatizzazione delle operazioni di trasferimento, aggiornamento e gestione degli articoli da e verso il web

  • raccordo tra le funzionalità operative del canale digitale di vendita prescleto e i propri sistemi CRM

  • protezione e/o registrazione dei marchi e/o degli articoli compresi nel portafoglio prodotti nei mercati di destinazionazuibe prescelti

  • campagna digital marketing ed attività di promozione sui canali digitali domestico e/o internazionale


Tutte le spese ammissibili devono essere sostenute e quietanziate a partire dal 26.04.2021 ed entro la data massima del 31.12.2021.
PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA Le domande di partecipazione devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, dalle ore 10:00 del 19.05.2021 alle ore 12:00 del 22.06.2021.

 

BANDO TURISMO 2021



Camera di commercio di Mantova (01.06.2021 - 30.07.2021)

La Camera di commercio di Mantova, intende supportare il comparto turistico mantovano in termini di rilancio, di ammodernamento e di incremento della competitività anche attraverso la riduzione del divario tecnologico.



















SOGGETTI BENEFICIARI Possono usufruire delle agevolazioni previste dal Bando le MPMI (anche in forma di impresa cooperativa), che, al momento della presentazione della domanda e fino all'erogazione del contributo, abbiano sede legale e/o operativa in provincia di Mantova e svolgano la propria attività primaria nei codici ATECO specificati nel Bando.
AGEVOLAZIONE L'agevolazione consiste nell'erogazione di un contributo massimo di 8.000,00 € per azienda, concesso a fondo perduto a copertura del 50% del valore delle spese sostenute ed ammissibili.

L'importo minimo dell'investimento deve essere pari o superiore a 4.000,00 €.
INTERVENTI AGEVOLABILI

E SPESE AMMISSIBILI
Sono ammesse spese al netto di IVA e riferite esclusivamente all'attività primaria di impresa, per:

  • interventi strutturali per l'ampliamento e/o riorganizzazione degli spazi interni e/o esterni dei locali

  • acquisto e installazione di impianti generici funzionali agli investimenti strutturali

  • acquisto di macchinari, attrezzature e arredi, nuovi di fabbrica e strettamente connessi all'esercizio dell'attività primaria dell'impresa (pc, monitor, server, stampanti tablet)

  • sistemi di cassa evoluti e Mobile Pos (compresi software di funzionamento)

  • impianti e tecnologie per servizi digitali a disposizione dei clienti e degli ospiti bleisure

  • acquisto di licenze software strettamente connesse all'esercizio dell'attività primaria dell'impresa, compreso sviluppo sito web e lo sviluppo di app per la gestione dei servizi di take away e di delivery

  • digital signage e vetrine intelligenti (compresi software di funzionamento)

  • acquisizione e sviluppo di contenuti per migliorare la presenza sui social e in generale sul web, comprese spese di comunicazione/promozione sul web e applicazioni CRM

  • adesione a piattaforme marketplace (e-commerce)

  • programmi di digital marketing


Tutte le spese ammissibili devono essere relative a fatture emesse a partire dal 04.05.2021 per acquisti e per servizi erogati a partire dal 04.05.2021 e quietanziate entro il 31.01.2022.
PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA Le domande di contributo devono essere presentate, in modalità telematica, dalle ore 9:00 del 01.06.2021 fino alle 12:00 del 30.07.2021.

 

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO



Invitalia (dal 19.05.2021)

La misura "Nuove Imprese a Tasso Zero" ha l'obiettivo di sostenere, su tutto il territorio nazionale, la creazione e lo sviluppo di micro e piccole imprese a prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile.















SOGGETTI BENEFICIARI La misura si rivolge alle MPI costituite da non più di 60 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione e in cui la compagine societaria sia composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i 18 ed i 35 anni o da donne.
INTERVENTI AGEVOLABILI

E SPESE AMMISSIBILI
Sono ammissibili le iniziative promosse nei seguenti settori:

  • produzione di beni nei settori dell'industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli

  • fornitura di servizi alle persone ivi compresi quelli afferenti all'innocazione sociale

  • commercio di beni e servizi

  • turismo, ivi incluse le attività turistico-culturali finalizzati alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonchè le attività volte al miglioramento dei servizi per la ricettività e l'accoglienza.


I programmi di investimento proposti dalle imprese costituite da non più di 36 mesi possono prevedere spese ammissibili non superiori a 1.500.000,00.

Per tali programmi, il contributo a fondo perduto è riconosciuto, nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, in misura pari al 20% delle spese relative a opere murarie e assimilate, macchinari, impianti e attrezzature, programmi informatici e servizi per le tecnologie dell'informazione e della comunicazione, brevetti e licenze d'uso, consulenze specialistiche e oneri notarili connessi alla stipula del contratto di finanziamento.

Per le imprese costituite da più di 36 mesi e da non più di 60 mesi, l'importo delle spese ammissibili non può essere superiore a 3.000.000,00 €.

Per tali programmi, il contributo a fondo perduto è riconosciuto, nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, in misura pari al 15% delle spese relative all'acquisto dell'immobile sede dell'attività, opere murarie e assimilate, di acquisto di macchinari, impianti e attrezzature, programmi informatici, brevetti, licenze e marchi.

I programmi dovranno essere realizzati entro 24 mesi dalla data di stupula del contratto di finanziamento.

In caso di esaurimento delle risorse finanziarie destinate al contributo a fondo perduto, le agevolazioni sono concesse nella sola forma di finanziamento agevolato.
PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA La presentazione delle domande avviene esclusivamente online, attraverso la piattaforma informatica di Invitalia, dal 19 maggio 2021.

 

FAST TECH LOMBARDIA



Regione Lombardia (in attesa del Bando attuativo)

La misura intende intercettare progetti di sviluppo tecnologico giunti ad un certo grado di maturità tecnico-scientifica (sviluppo di prototipi, realizzazione di prodotti pilota, test e convalida di prodotti, processi o servizi nuovi o migliorati), eventualmente abbinati ad attività di innovazione di processo al fine di implementare meccanismi virtuosi di accelerazione dell'innovazione tecnologica e digitale dei processi produttivi delle PMI lombarde - attraverso la progettazione, sperimentazione e l'adozione di soluzioni innovative nelle aree strategiche di Regione Lombardia - in grado di agevolarne un riposizionamento competitivo grazie al raggiungimento di un più elevato potenziale in termini di produttività ed attrattività.












SOGGETTI BENEFICIARI Sono beneficiari le PMI, regolarmente costituite, iscritte e attive nel Registro delle Imprese.
INTERVENTI AGEVOLABILI

E SPESE AMMISSIBILI
Sono ammissibili progetti di:

  • sviluppo sperimentale e di innovazione di processo (nell'ambito dei quali possono essere ricomprese anche attività di trasformazione digitale quali - ad esempio - advanced manufacturing solutions, additive manufacturing, realtà aumentata, simulation, industrial internet, cloud, cybersecurity, big data)

  • sviluppo sperimentale


Tali progettidecono essere afferenti alle aree di specializzazione intelligente di Regione Lombardia (aerospazio, agroalimentare, eco-industria, industrie creative e culturali, industria della salute, manifatturiero avanzato, mobilità sostenibile, economia circolare), rilette in chiave di ecosistemi legati alla centralità della persona e dei relativi bisogni in attuazione della LR 29/2016, finalizzati ad incrementare il valore aggiunto innovativo delle imprese lombarde attraverso la sperimentazione e l'adozione di soluzioni innovative.

Ai fini dell'ammissibilità alle agevolazioni, i progetti devono:

  • essere realizzati nell'ambito di sede operativa ubicata sul territorio lombardo

  • prevedere un importo di spesa non inferiore a 80.000,00 €

  • essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di partecipazione al bando attuativo


Sono ammissibili le spese per attività di sviluppo sperimentale, nonchè le spese per attività di innovazione di processo in funzione degli investimenti ammissibili previsti nei progetti, ossia:


  • le spese di personale mediante il ricorso alle opzioni di semplificazione dei costi

  • i costi relativi a strumentazione e attrezzature nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto

  • i costi per la ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato, nonchè costi per i servizi di consulenza e servizi equivalenti utilizzati esclusivamente ai fini del progetto

  • altri costi di esercizio, compresi i costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili al progetto

  • spese generali supplementari


I progetti devono essere realizzati entro 12 mesi dalla data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale di Regione Lombardia del decreto di concessione dell'agevolazione.

In ogni caso, i progetti dovranno avere termine massimo di realizzazione e trasmissione della rendicontazione entro e non oltre il 31.05.2023.

 

BREVETTI 2021



Regione Lombardia (in attesa del Bando attuativo)

La misura intende sostenere le micro, piccole e medie imprese (MPMI) lombarde e piccoli professionisti all'ottenimento di nuovi brevetti europei e internazionali o estensioni degli stessi a livello europeo o internazionale relativamente ad invenzioni industriali.















SOGGETTI BENEFICIARI Possono presentare domanda di partecipazione:

  • le imprese (MPMI) che, al momento della presentazione della domanda e sino alla data di concessione del contributo, siano regolarmente costituite, iscritte e attive nel Registro delle Imprese

  • i professionisti


L'erogazione del contributo è subordinata alla verifica della sede legale/unità operativa/luogo di esercizio prevalente di attività sul territorio di Regione Lombardia, in cui devono essere svolte le attività di progetto.
AGEVOLAZIONE L'agevolazione viene concessa ed erogata sotto forma di contributo a fondo perduto, così distinta:
























tipologia brevetto costi su base forfettaria (*) importo fisso di contributo concedibile pari all’80% dei costi forfettari
a1) nuovo brevetto europeo 7.100,00 euro 5.680,00 euro
a2) estensione brevetto europeo
b1) nuovo brevetto internazionale 9.000,00 euro 7.200,00 euro
b2) estensione brevetto internazionale

INTERVENTI AGEVOLABILI

E SPESE AMMISSIBILI
Gli interventi devono essere realizzati e avere ricadute in Lombardia e portare un valore aggiunto in una delle Macro-tematiche delle Aree di Specializzazione (S3) (aerospazio, agroalimentare, eco-industria, industrie creative e culturali, industria della salute, manifatturiero avanzato, mobilità sostenibile, economia circolare), rilette in chiave di ecosistemi legati alla centralità della persona e dei relativi bisogni in attuazione della LR 29/2016.

Sono ammissibili le attività funzionali al deposito di una nuova domanda di brevetto di un'invenzione industriale o di una sua estensione a livello europeo o internazionale comprovati dall'ottenimento di un rapporto di ricerca da parte dell'organo competente.



I progetti devono essere realizzati e rendicontati entro il termine perentorio di 18 mesi dalla data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale di Regione Lombardia del decreto di concessione, ed in ogni caso la rendicontazione deve essere trasmessa entro e non oltre il 30.06.2023.

 

BANDO VOUCHER TEM DIGITALI



Ministero degli Affari Esteri - Invitalia (dal 09.03.2021)
















SOGGETTI BENEFICIARI Possono richiedere il contributo le MPI e le reti.

Sia alla data della concessione che alla data di erogazione del contributo, tutte le MPI - anche aderenti alle reti - devono risultare in possesso dei seguenti requisiti:

  • sono costituiti in forma societaria

  • hanno sede legale sul territorio italiano

  • risultano attive e iscritte al Registro delle Imprese

  • operano nel settore manifatturiero, codice ATECO primario: C

  • non sono in situazione di difficoltà

  • sono iscritte presso INPS/INAIL e hanno una posizione contributiva regolare

  • sono in regola con gli adempimenti fiscali

  • non sono sottoposti a procedura concorsuale e non si trovano in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente ai sensi della normativa vigente

  • non hanno beneficiato di un importo complessivo di aiuti de minimis che, unitamente all'importo delle agevolazioni concesse determini il superamento del massimale

  • non hanno ricevuto nè richiesto, per le spese oggetto del contributo, alcun contributo pubblico

  • non sono destinatari di sanzioni interdittive

  • non hanno ricevuto e successivamente non rimborsato o depositato in un conto bloccato aiuti sui quali pende un ordine di recupero, a seguito di una precedente decisione della Commissione europea che dichiara l'aiuto illegale e incompatibile con il mercato comune.


AGEVOLAZIONE Il contributo è concesso, nell'ambito del regolamento de minimis:

  • alle MPI per un importo pari a 20.000,00 €, a fronte di un contratto di consulenza di importo non inferiore ad euro 30.000,00

    Per le PMI è prevista la possibilità di richiedere un contributo aggiuntivo al contributo previsto, di importo pari a 10.000 €

  • alle reti per un importo pari a 40.000,00 €, a fronte di un contratto di consulenza di importo non inferiore ad euro 60.000,00


INTERVENTI AGEVOLABILI

E SPESE AMMISSIBILI
Il Bando disciplina la concessione e l'erogazione del contributo in conto capitale per il sostegno dell'internazionalizzazione delle MPI mediante l'acquisizione di prestazioni consulenziali manageriali finalizzati a sostenere:

  • analisi e ricerche sui mercati esteri

  • individuazione e acquisizione di nuovi clienti

  • assistenza nella contrattualistica per l'internazionalizzazione

  • incremento della presenza nelle piattaforme e-commerce

  • integrazione dei canali di marketing online

  • gestione evoluta dei flussi logici


Sono ammissibili al contributo le spese sostenute dai soggetti beneficiari a titolo di compenso a fronte delle prestazioni di consulenza manageriale (sono ammesse le sole spese oggetto di fatturazione elettronica).

 

AVVISO PUBBLICO PER L'ADOZIONE DI PIANI AZIENDALI DI SMART WORKING



Regione Lombardia

L'avviso è finalizzato a promuovere modelli innovativi ed organizzativi del lavoro per incrementare la produttività aziendale e il benessere dei lavoratori e lavoratrici ed agevolare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, eliminando il vincolo del luogo ove deve essere svolta la prestazione e lasciando libertà di scelta al lavoratore.











SOGGETTI BENEFICIARI Possono partecipare al Bando i soggetti che esercitano un'attività economica e che, al momento della presentazione della domanda, sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere imprese regolarmente iscritte alla Camera di commercio di competenza, oppure essere soggetti, in forma singola o associata, non iscritti alla Camera di commercio, in possesso di partitaIVA

  • avere un numero di dipendenti almeno pari a 3

  • non essere già in possesso di un piano di smart working regolamentato o del relativo accordo aziendale

  • risultare in regola rispetto alla verifica della regolarità contributiva

  • non essere in stato di fallimento, di procedura concorsuale, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente.


AGEVOLAZIONE, INTERVENTI AGEVOLABILI

E SPESE AMMISSIBILI
Ai soggetti beneficiari dell'agevolazione, in possesso dei requisiti richiesti, è messo a disposizione un voucher aziendale, a fondo perduto, per la fruizione di:

  • servizi di consulenza e formazione finalizzati all'adozione di un piano di smart working con relativo accordo aziendale o regolamento aziendale approvato e pubblicizzato nella bacheca o nell'intranet aziendale

  • acquisti di "strumenti tecnologici" funzionali all'attuazione del piano di smart working.


Il valore del voucher è pari agli importi di seguito indicati, distinti per tipologia di azione e varia in relazione al numero totale di dipendenti delle sedi operative/unità produttive localizzate sul territorio di Regione Lombardia alla data di presentazione della domanda:





































 

numero di dipendenti
 

importo totale del voucher
di cui:
per azione A – adozione del piano per azione B – attuazione del piano
da 3 a 10 € 7.500,00 € 5.000,00 € 2.500,00
da 11 a 20 € 10.500,00 € 7.000,00 € 3.500,00
da 21 a 30 € 15.000,00 € 10.000,00 € 5.000,00
oltre 30 € 22.500,00 € 15.000,00 € 7.500,00


 

 

FORMAZIONE AGEVOLATA

 

FONDARTIGIANATO



L'offerta formativa contenuta nell'Avviso 2021 si colloca in un contesto economico e sociale profondamente mutato a causa del protrarsi degli effetti dell'emergenza sanitaria derivanti dall'epidemia da Covid-19.

 

L'invito è finalizzato a rispondere, prioritariamente con maggiore determinazione, alle esigenze formative di aziende e lavoratori, per sostenere, attraverso la formazione continua, la tenuta e la crescita di competitività del tessuto economico e produttivo, oggi fortemente compromesse.

 

FONDO NUOVE COMPETENZE



A.N.P.A.L.

In coerenza con il quadro regolamentare definito dal Governo nazionale per contrastare gli effetti economici dell'epidemia causata dal Covid-19, gli interventi del Fondo Nuove Competenze hanno ad oggetto il riconoscimento dei contributi finanziari in favore di tutti i datori di lavoro privati che abbiano stipulato per mutate esigenze organizzative e produttive dell'impresa o per favorire percorsi di ricollocazione dei lavoratori, accordi collettivi di rimodulazione dell'orario di lavoro per i quali le ore in riduzione dell'orario di lavoro sono destinate a percorsi di sviluppo delle competenze dei lavoratori.















SOGGETTI BENEFICIARI Sono destinatari del contributo tutti i datori di lavoro privati che abbiano stipulato entro il 30.06.2021 gli accordi collettivi di rimodulazione dell'orario di lavoro.
AGEVOLAZIONE L'erogazione del contributo è eseguito da INPS, su richiesta di ANPAL, in due tranche: anticipazione del 70% e il restante saldo.
INTERVENTI AGEVOLABILI

E SPESE AMMISSIBILI
Il Fondo Nuove Competenze rimborsa il costo, comprensivo dei contributi previdenziali e assistenziali, delle ore di lavoro in riduzione destinate alla frequenza dei percorsi di sviluppo delle competenze da parte dei lavoratori.

Il soggetto erogatore dei percorsi di sviluppo delle competenze è individuato dall'impresa all'interno del progetto formativo presentato in sede di accordo collettivo.

 

FORMAZIONE CONTINUA - VOUCHER AZIENDALI



Regione Lombardia

L'avviso è finalizzato a promuovere e favorire, in generale, lo sviluppo del capitale umano rispetto alle esigenze formative specifiche di tutte le figure professionali e di tutte le tipologie di impresa che caratterizzano il tessuto produttivo lombardo, al fine di incrementare la competitività d'impresa, promuovendo o migliorando le conoscenze e le competenze professionali delle lavoratrici e dei lavoratori, imprenditori o liberi professionisti.

Inoltre, in considerazione delle misure imposte per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19, gli interventi della Formazione Continua finanziati dall'Avviso si pongono l'obiettivo di adeguare le competenze dei destinatari per favorire i processi di rilancio e riconversione delle attività lavorative, nonchè la revisione dei processi gestionali e dei modelli organizzativi al fine di garantire lo svolgimento delle attività lavorative in condizioni di sicurezza sanitaria.











SOGGETTI BENEFICIARI I soggetti ammessi a presentare domanda di finanziamento per l'erogazione dei voucher formativi aziendali sono rappresentanti delle imprese, aventi unità produttiva/sede operativa ubicata sul territorio di Regione Lombardia, rientranti nelle seguenti categorie:

  • imprese iscritte alla Camera di commercio di competenza

  • imprese familiari

  • enti del Terzo settore che svolgono attività economica

  • associazioni riconosciute e fondazioni che svolgono attività economica, aventi personalità giuridica e pertanto iscritte al Registro Regionale delle persone giuridiche

  • cooperative

  • liberi professionisti oppure, se esercenti in forma associata, la relativa associazione.


AGEVOLAZIONE L'Avviso prevede l'erogazione di voucher aziendali formativi per la fruizione di corsi di formazione selezionabili del Catalogo regionale di Formazione Continua 2020-2021.



Alle imprese in possesso dei requisiti elencati è messo a disposizione un contributo massimo di 50.000,00 €, su base annua, che può essere fruito dai destinatari per partecipare ai corsi di formazione presenti nel Catalogo, attraverso uno o più voucher formativi aziendali.

I voucher formativi aziendali si compongono, pertanto dei singoli voucher formativi destinati a ciascun lavoratore, che può fruire di uno o più percorsi formativi, fino al raggiungimento del valore complessivo di 2.000,00 € su base annua.

 

 

MISURE IN MATERIA DI SOSTEGNO ALLE IMPRESE

 

DECRETO SOSTEGNI (d.l. 41/2021)



Contiene misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all'emergenza da Covid-19, in vigore dal 23.03.2021.

 

MISURE DI INCENTIVO E DI SOSTEGNO RIVOLTE ALLE IMPRESE E AL MONDO PRODUTTIVO

Ministero dello Sviluppo Economico
































































TRANSIZIONE 4.0 - CREDITO D'IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI Il credito d'imposta per investimenti in beni strumentali serve a supportare ed incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali, funzionale alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi destinati a strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato.
TRANSIZIONE 4.0 - CREDITO D'IMPOSTA RICERCA, SVILUPPO, INNOVAZIONE E DESIGN Il credito d'imposta ricerca, sviluppo, innovazione e design si pone l'obiettivo di stimolare la spesa privata in Ricerca, Sviluppo e Innovazione Tecnologica per sostenere la competitività delle imprese e per favorirne i processi di transizione digitale e nell'ambito dell'economia circolare e della sostenibilità ambientale.
TRANSIZIONE 4.0 - CREDITO D'IMPOSTA FORMAZIONE 4.0 La misura del credito d'imposta formazione 4.0 è volta a stimolare gli investimenti delle imprese nella formazione del personale sulle materie aventi ad oggetto le tecnologie rilevanti per la trasformazione tecnologica e digitale delle imprese
MISURE PER LA PATRIMONIALIZZAZIONE DELLE PMI Sono operative le misure per la patrimonializzazione delle PMI, introdotte dal Governo nel Decreto Rilancio, che hanno l'obiettivo di sostenere le imprese che necessitano di un aumento di capitale per fronteggiare le difficoltà determinate in questi mesi dell'emergenza Covid.

Le misure sono destinate  a società di capitali o cooperative (ad esclusione di quelle che operano nel settore bancario, finanziario e assicurativo) che abbiano sede in Italia, con ricavi compresi tra 5 e 50 milioni di euro, e che abbiano subito una riduzione complessiva dei ricavi nei mesi di marzo e aprile 2020 pari ad almeno il 33% rispetto al medesimo periodo dell'anno precedente e che per questo motivo abbiano deliberato ed eseguito un aumento di capitale, dopo l'entrata in vigore del Decreto Rilancio (il 19.05.2020) ed entro il 31.12.2021.
PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO PER L'ECONOMIA CIRCOLARE L'intervento del fondo per la crescita sostenibile per i progetti di ricerca e sviluppo nell'ambito dell'economia circolare sostiene la ricerca, lo sviluppo e la sperimentazione di soluzioni innovative per l'utilizzo efficiente e sostenibile delle risorse, con la finalità di promuovere la riconversione delle attività produttive verso un modello di economia circolare in cui il valore dei prodotti, dei materiali e delle risorse è mantenuto quanto più a lungo possibile, e la produzione dei rifiuti è ridotta al minimo.
BENI STRUMENTALI ("NUOVA SABATINI") La misura è l'agevolazione avente l'obiettivo di facilitare l'accesso al credito delle imprese e accrescere la competitività del sistema produttivo italiano.

La misura sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impiantim beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonchè software e tecnologie digitali.
VOUCHER PER CONSULENZA IN INNOVAZIONE La misura è l'intervento che, in coerenza con il Piano Nazionale Impresa 4.0, sostiene i processi di trasformazione tecnologica e digitale delle PMI e delle reti di impresa di tutto il territorio nazionale attraverso l'introduzione in azienda di figure manageriali in grado di implementare le tecnologie abilitanti previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0, nonchè di ammodernare gli assetti gestionali o organizzativi dell'impresa, compreso l'accesso ai mercati finanziari e dei capitali.
DIGITAL TRANSFORMATION L'intervento agevolativo è finalizzato a sostenere la trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi delle MPMI attraverso la realizzazione di progetti diretti all'implementazione delle tecnologie abilitanti individuate dal Piano Nazionale Impresa 4.0 nonchè di altre tecnologie relative a soluzioni tecnologiche digitali di filiera.
"FABBRICA INTELLIGENTE", "AGRIFOOD", "SCIENZE DELLA VITA" E "CALCOLO AD ALTE PRESTAZIONI" - ACCORDI PER L'INNOVAZIONE Nuovo intervento agevolativo in favore dei progetti di ricerca e sviluppo promossi nell'ambito delle aree tecnologiche: fabbrica intelligente, agrifood, scienza della terra e calcolo ad alte prestazioni, coerenti con la Strategia Nazionale di specializzazione intelligente.
BANDO GRANDI PROGETTI R&S Finanziamento a valere sulle risorse del Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca, istituito presso la Cassa Depositi e Prestiti, delle misure del Fondo per la crescita sostenibile in favore dei Grandi Progetti di ricerca e sviluppo, articolate come segue:

  • agenda digitale: intervento in favore di grandi progetti di ricerca e sviluppo nel settore delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione

  • industria sostenibile: intervento in favore di grandi progetti di ricerca e sviluppo nell'ambito di specifiche tematiche rilevanti per l'industria sostenibile


FONDO NAZIONALE INNOVAZIONE Soggetto multifondo che opera esclusivamente attraverso metodologie di Venture Capital.

Si tratta di uno strumento finanziario elettivo per investimenti diretti e indiretti allo scopo di acquisire minoranze qualificate del capitale di start-up, scale-up e PMI innovative.

Gli investimenti sono effettuati dai singoli Fondi del Fondo Nazionale Innovazione in modo selettivo, in conformità con le migliori pratiche del settore, in funzione della capacità di generare impatto e valore sia per l'investimento sia per l'economia nazionale.
ACCORDI PER L'INNOVAZIONE Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese di qualsiasi dimensione, con almeno due bilanci approvati che esercitano attività industriali, agroindustriali, artigiane o di servizi all'industria, nonchè attività di ricerca.

Le imprese proponenti possono presentare progetti riguardanti attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale finalizzati alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotto, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo di una o più delle tecnologie identificate dal Programma quadro dell'UE per la ricerca e l'innovazione 2014-2020, quali:

  • tecnologie dell'informazione e della comunicazione

  • nanotecnologie

  • materiali avanzati

  • biotecnologie

  • fabbricazione e trasformazione avanzate

  • spazio

  • tecnologie volte a realizzare gli obiettivi della priorità "sfide per la società" prevista dal Programma Orizzonte 2020.


AUTOIMPRENDITORIALITA' L'Avviso in esame fissa i criteri e le modalità per la concessione delle agevolazioni volte a sostenere nuova imprenditorialità, in tutto il territorio nazionale, attraverso la creazione di MPI competitive, a prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile, e a sostenere lo sviluppo attraverso migliori condizioni per l'azzesso al credito.
SMART&START - SOSTEGNO ALLE START UP INNOVATIVE Strumento agevolativo finalizzato a promuovere, su tutto il territorio nazionale, le condizioni per la diffusione di nuova imprenditorialità e sostenere le politiche di trasferimento tecnologico e di valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata.
PATENT BOX Regime opzionale di tassazione per i redditi d'impresa derivanti dall'utilizzo di software protetto da copyright, di brevetti industriali, di disegni e modelli, nonchè di processi, formule e informazioni relativi ad esperienze acquisite nel campo industriale, commerciale o scientifico giuridicamente tutelabili

 

 

FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER L'INTERNAZIONALIZZAZIONE



SIMEST
































PATRIMONIALIZZAZIONE Misura volta a rafforzare la solidità patrimoniale dell'azienda per renderla più competitiva sui mercati internazionali.
FIERE, MOSTRE E MISSIONI DI SISTEMI Misura volta a finanziare la partecipazione a fiere, mostre e missioni di sistemi all'estero, consentendo la promozione del business aziendale su nuovi mercati.
INSERIMENTO MERCATI ESTERI Misuta volta ad agevolare l'ingresso delle aziende nei nuovi mercati, finanziando la realizzazione di strutture commerciali.
TEMPORARY EXPORT MANAGER Misura che finanzia l'inserimento temporaneo all'interno dell'azienda di figure professionali specializzate per la realizzazione di progetti di internazionalizzazione.
E-COMMERCE Misura che aiuta le aziende ad accedere al commercio elettronico per aumentare le proprie entrate all'estero.
STUDI DI FATTIBILITA' Misura che consente di effettuare studi di fattibilità finalizzati a valutare l'opportunità di effettuare un investimento commerciale o produttivo all'estero
PROGRAMMI DI ASSISTENZA TECNICA Misura che sostiene finanziariamente la formazione del personale in loco nelle sue iniziative di investimento in Paesi esteri e l'assistenza post-vendita collegata a un contratto di fornitura.


 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 


Torna

 

 
     
Studio Zaglio - P.IVA: 00453250201